Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitici necessari al funzionamento del sito ed al miglioramento dell’esperienza di navigazione dell’utente. Continuando la navigazione sul Sito l’Utente avrà acconsentito all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per modificare la tua scelta seleziona il link di riferimento...

 

WWF logo

 

clima190

 

clima190

 

1.190

 

WWF EDUCAZIONE AMBIENTALE EVENTI E MANIFESTAZIONI ESCURSIONI

Le ultime notizie a portata di CLICK

 

 Conoscere l'ambiente in cui viviamo  Glie eventi più importanti a cui partecipare  Le nostre escursioni alla scoperta del territorio

I borghi rurali del fascismo

Escursioni
Data: 2 Dicembre 2018 08:00 - 17:30

I borghi rurali del fascismo: il ruolo dell'architettura nella ricerca del consenso, ieri come oggi. 

L'intento dell'escursione non è assolutamente quello di celebrare o glorificare le azioni, i protagonisti e i fatti del ventennio: è piuttosto quello di fare una riflessione sul ruolo che hanno avuto le arti, l'architettura in particolare, nella ricerca del consenso politico. Lo scopo è anche quello di capire l'impatto che l'urbanizzazione ha avuto sul territorio, e trascinare le riflessioni sul passato ai giorni nostri, cercando di stimolate un sano senso critico più che l'abusato senso dell'indignazione. 

Ancora oggi, anche se in forme diverse, l'architettura, e più in generale l'edilizia sono mezzi utilizzati per la ricerca del consenso politico, ma in maniera impropria e speculatoria. 

La casa, il lavoro, la terra. Tre pilastri su cui si fonda la politica del fascio in quegli anni. 

Nel '39 inizia la “ruralizzazione” del territorio siciliano, l'intento è quello di mettere a coltura quella parte di terre incolte, appartenenti a grandi proprietari terrieri e arginare così l'emigrazione crescente. Ruralizzazione e industrializzazione del paese sono le parole chiave. Vengono cosi costruiti diversi borghi, con pochi soldi, e centinaia di persone sono obbligate a risiedervi, lontano da i loro paesi, dalle loro famiglie. La condizione essenziale a cui veniva ceduta la terra era coltivarla, costruirvi una casa e soprattutto riempirla di prole. La lontananza, a volte estrema, dai centri abitati esistenti è una delle motivazioni che ha decretato il fallimento di questa urbanizzazione forzata: finito il fascismo quasi tutti sono stati abbandonati. 

I borghi che visiteremo sono: Borgo Cascino (1940), Borgo Baccarato (1941) e Borgo Pietro Lupo (1941). I tre borghi si trovano fra le province di Enna e Catania e testimoniano da soli il destino che i borghi (oltre trenta solo in Sicilia) hanno avuto nel corso del tempo: alcuni abbandonati del tutto, alcuni solo parzialmente, altri ancora in uso, benché diversamente da quanto accaduto con le esperienze del centro Italia, nessuno dei borghi di nuova fondazione è mai diventato paese o città. Al declino di queste piccole città di fondazione ha contribuito anche un ampio esercizio di ignoranza esercitato dai siciliani stessi, dai loro politici: quella della ruralizzazione fallita avrebbe dovuto essere una lezione forte, concretizzata in mura di pietra, strade e paesaggi modificati una volta per sempre, eppure queste testimonianze silenziose stanno lentamente disperdendo il messaggio che avrebbero dovuto trasmettere ai posteri. Il territorio, oggi come allora, è stato a servizio della mala politica, e le modifiche, una volta attuate sono irreversibili. 

 

PROGRAMMA:

-ore 8:00 raduno Piazza Duomo Giarre; 

-ore 8:15 partenza; 

-ore 10:00/17:30 escursione. 

 

Livello difficoltà: semplice

 

Pranzo a sacco

 

Escursione con mezzi propri

 

Attrezzatura: scarpe da trekking (obbligatorie), abbigliamento compatibile con le condizioni meteo, macchina fotografica.

 

Per prenotazioni e informazioni sull’escursione telefonare a:

Mariangela Marano

3459784519

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

preferibilmente comunicare l’adesione tramite messaggio, whatsapp o e-mail.

 

Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito internet

 

Altre date


  • 2 Dicembre 2018 08:00 - 17:30

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Powered by iCagenda

Prossimi Appuntamenti