WWF logo

 

clima190

 

clima190

 

1.190

 

WWF EDUCAZIONE AMBIENTALE EVENTI E MANIFESTAZIONI ESCURSIONI

Le ultime notizie a portata di CLICK

 

 Conoscere l'ambiente in cui viviamo  Glie eventi più importanti a cui partecipare  Le nostre escursioni alla scoperta del territorio

Cacciatori anche dentro il Parco Chico Mendes a Giarre

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Dal Giornale "La Sicilia" del 23/10/2012

Giarre 20/10/2012

Cacciatori anche dentro il parco comunale Chico Mendez!
Lo denunciano gli attivisti del Wwf jonico-etneo, presieduto da Vita Raiti


  Cacciatori anche dentro il parco comunale Chico Mendez! Lo denunciano gli attivisti del Wwf jonico-etneo, presieduto da Vita Raiti.

Proprio un'attivista dell'associazione, residente nelle case vicine al parco, testimonia che sabato scorso, di prima mattina, si udiva l'abbaiare dei cani e gli spari ravvicinati. La socia del Wwf, pur mantenendo una distanza di sicurezza, ha potuto constatare la presenza dei cacciatori dentro il parco, nascosti dalla folta vegetazione. Come ricordano dall'associazione ambientalista, il parco non si vede dall'ingresso nella sua interezza, ma si addentra verso il torrente Macchia, arrivando a lambire il greto del torrente stesso. Uno schermo di alberi e cespugli oscura il panorama fino al torrente.
Sabato sia i Carabinieri che la Forestale sono stati avvertiti. Dal Wwf segnalano pure che, nei giorni ancora precedenti, è stato trovato nella zona di via Silvio Pellico un gatto ferito da un colpo di arma da fuoco e gli è stata amputata una zampa.
La presidente del Wwf jonico-etneo, Vita Raiti, ricorda: «La legge 157/92, che regolamenta la caccia, vieta cacciare nei parchi o giardini pubblici e nel raggio di 100 metri da fabbricati, strade e ferrovie e in ogni caso sparare a meno di 150 metri da immobili, fabbricati strade e ferrovie». D! al Wwf fanno presente che, attraverso le foto satellitari, è possibile constatare che il limite dei 100 metri di rispetto da tenere nei confronti dell'abitato ricade all'incirca dentro la perimetrazione del parco, mentre il limite dei 150 oltrepassa il greto del torrente.
Purtroppo, sabato la Forestale ha comunicato di non avere personale da inviare. I Carabinieri, impegnati in un altro intervento, sono arrivati quando già i cacciatori si erano allontanati. Non è stato, quindi, possibile coglierli sul fatto, ma l'inquietudine resta molta e i soci del Wwf si chiedono se, come è consuetudine in Italia, si aspetti che accada una tragedia per gridare allo scandalo.
 

Maria Gabriella Leonardi

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter! E' gratuita.
Privacy e Termini di Utilizzo
Ricevi tutti gli aggiornamenti sulle nostre escursioni e sui nostri eventi.

Prossimi Appuntamenti

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
7
8
9
10
11
12
13
14
15
24
25
26
27
28
29
30